CHIAMAPRENOTA

Ogni giorno

Sentiero dei Fiori

Prenota la ferrata

null

Ritrovo: Cabinovia Paradiso Passo del Tonale

null

Durata: 6 ore

null

Lunghezza: 5 Km

null

Dislivello: 800 metri

Descrizione del percorso:

Guglie granitiche, ghiacciai, fiori che sbocciano fra le rocce per giustificare il nome di questa straordinaria ferrata “Il sentiero dei fiori” e panorami mozzafiato che la contraddistinguono e dove non mancheranno momenti di adrenalina e divertimentoLa location di questa ferrata? Le cime che abbracciano il Ghiacciaio Presena!

Il sentiero dei fiori è una ferrata che ripercorre un collegamento storico, creato e utilizzato durante la Grande Guerra Bianca dai soldati per poter raggiungere le varie postazioni di controllo. Basandosi su foto dell’epoca, una decina di anni fa sono state realizzate le passerelle, lunghe 75 e 55 metri, che collegano due speroni rocciosi. Le difficoltà del percorso sono legate principalmente alla quota. Si parte infatti da 2600 metri e si arriva alla quota massima dei 3150 metri di cima Lagoscuro con un dislivello di circa 800 metri.

Muovendosi a quote così elevate, nel preparare lo zaino in vista della ferrata, è consigliabile avere tutto l’occorrente nel caso in cui il tempo decidesse di cambiare.

Il percorso si conclude nei pressi di Passo Presena in cima all’omonimo ghiacciaio, il rientro alla base verrà fatto con impianto a fune.

Partenza di buon mattino con la prima risalita della funivia Paradiso al Passo del Tonale, farai ritorno da questa ferrata circa 6 ore dopo, nel primo pomeriggio.

Tipo di ferrata:

Ferrata poco impegnativa, che implica però, come la maggior parte delle ferrate, l’assenza di vertigini. È richiesto un minimo di allenamento in quanto non si dovrà sostenere solo la ferrata, ma anche l’avvicinamento.

Con uno sviluppo di 5 km per un dislivello di circa 800 metri, il sentiero dei fiori è una ferrata perfetta per chi vuole avvicinarsi ai sentieri attrezzati un po’ più impegnativi, per testarsi senza affaticarsi troppo.

Incontro con la guida alle ore 07:30 e rientro ore 13:30.

Possibilità di consumare il pranzo al sacco dopo la ferrata o di mangiare presso il rifugio in quota.

Restano a carico del cliente l’andata e ritorno della cabinovia Paradiso al Passo del Tonale (gratuita con la Val di Sole Guest Card).

A quanti anni la prima via ferrata?

In base alla difficoltà, anche i bambini di 10 anni potranno affrontare una via ferrata, si preferisce in ogni caso sempre la presenza di un adulto. I bambini che desiderano avvicinarsi al mondo dell’arrampicata e delle vie ferrate per la prima volta troveranno senza dubbio bellissimo, partecipare all’attività organizzata dalle guide alpine “Piccoli Campioni”.

Guglie granitiche, ghiacciai, fiori che sbocciano fra le rocce per giustificare il nome di questa straordinaria ferrata “Il sentiero dei fiori” e panorami mozzafiato che la contraddistinguono e dove non mancheranno momenti di adrenalina e divertimento

La location di questa ferrata? Le cime che abbracciano il Ghiacciaio Presena!

Il sentiero dei fiori è una ferrata che ripercorre un collegamento storico, creato e utilizzato durante la Grande Guerra Bianca dai soldati per poter raggiungere le varie postazioni di controllo. Basandosi su foto dell’epoca, una decina di anni fa sono state realizzate le passerelle, lunghe 75 e 55 metri, che collegano due speroni rocciosi. Le difficoltà del percorso sono legate principalmente alla quota. Si parte infatti da 2600 metri e si arriva alla quota massima dei 3150 metri di cima Lagoscuro con un dislivello di circa 800 metri.

Muovendosi a quote così elevate, nel preparare lo zaino in vista della ferrata, è consigliabile avere tutto l’occorrente nel caso in cui il tempo decidesse di cambiare.

Il percorso si conclude nei pressi di Passo Presena in cima all’omonimo ghiacciaio, il rientro alla base verrà fatto con impianto a fune.

Partenza di buon mattino con la prima risalita della funivia Paradiso al Passo del Tonale, farai ritorno da questa ferrata circa 6 ore dopo, nel primo pomeriggio.

Ferrata poco impegnativa, che implica però, come la maggior parte delle ferrate, l’assenza di vertigini. È richiesto un minimo di allenamento in quanto non si dovrà sostenere solo la ferrata, ma anche l’avvicinamento.

Con uno sviluppo di 5 km per un dislivello di circa 800 metri, il sentiero dei fiori è una ferrata perfetta per chi vuole avvicinarsi ai sentieri attrezzati un po’ più impegnativi, per testarsi senza affaticarsi troppo.

Incontro con la guida alle ore 07:30 e rientro ore 13:30.

Possibilità di consumare il pranzo al sacco dopo la ferrata o di mangiare presso il rifugio in quota.

Restano a carico del cliente l’andata e ritorno della cabinovia Paradiso al Passo del Tonale (gratuita con la Val di Sole Guest Card).

In base alla difficoltà, anche i bambini di 10 anni potranno affrontare una via ferrata, si preferisce in ogni caso sempre la presenza di un adulto. I bambini che desiderano avvicinarsi al mondo dell’arrampicata e delle vie ferrate per la prima volta troveranno senza dubbio bellissimo, partecipare all’attività organizzata dalle guide alpine “Piccoli Campioni”.

La via ferrata implica la scelta di un abbigliamento comodo e confortevole, che non impedisca in alcun modo i movimenti. Per quanto riguarda gli indumenti è consigliabile valutare in base alla stagione e alle condizioni meteorologiche previste, ma è sempre opportuno vestirsi “a cipolla”:

  • abiti comodi e realizzati con tessuto traspirante e che protegga dal freddo;
  • un k-way in caso di pioggia;
  • il tipo di calzatura: l’ideale è un paio di scarponi comodi e adatti alla forma del piede, con suola in gomma scolpita che permette di aderire in maniera ottimale alla roccia ed evitare quindi di scivolare;
  • guanti completi o con le dita tagliate (per aver maggiore sensibilità e lasciare libere le falangi delle dita), per proteggere le mani da tagli e abrasioni provocati dal contatto prolungato con il cordino d’acciaio;
  • lo zaino, un accessorio indispensabile in qualunque escursione perché consente di trasportare  l’attrezzatura, l’acqua, gli indumenti, ecc. Deve essere uno zaino leggero e di dimensioni compatte che non ingombri e non causi uno sbilanciamento durante il percorso.
Loading...