CHIAMAPRENOTA
null

TEMPO

2,5 ore
null

LUGHEZZA

2 chilometri
null

DISLIVELLO

70 metri
null

PUNTO DI RITROVO

ParcheggioLanterna Blu Claiano
Prenota

Descrizione del percorso:

Le acque del Lago dei Caprioli riposano tranquille tra le sue sponde. A tratti illuminate dal sole oppure all’ombra dei larici e degli abeti che contornano questo piccolo ma grazioso specchio d’acqua dal colore verde smeraldo.

In estate il lago è molto frequentato: c’è chi fa il pic-nic, chi si riposa sulla riva, chi prende il sole, chi legge un buon libro, chi vi passeggia.

Noi vogliamo accompagnarvi, nella semplicità di una passeggiata, illustrandovi le tante cose che spesso passano inosservate a chi fugacemente cammina senza ammirare, a chi guarda senza farsi delle domande, a chi nonostante le domande non ha la possibilità di trovare alcuna risposta.

Partendo dal parcheggio all’altezza della Malga Bassa, un tempo residenza estiva delle vacche all’alpeggio, oggi apprezzato ristorante di cucina tipica solandra, percorreremo un breve tratto di strada asfaltata fino a raggiungere lo Chalet Lago dei Caprioli, punto di ristoro sulle rive del Lago dei Caprioli. Da qui inizierà la nostra passeggiata, un breve percorso ad anello intorno al lago, tra ponticelli di legno e ruscelli.

Proprio all’inizio del nostro giro, incroceremo un sentiero che porta alla Malga Alta, altra residenza estiva delle mandrie. Percorreremo quel sentiero con l’escursione Made in Malga, durante la quale sarà possibile ammirare una vera e propria malga, ad oggi ancora perfettamente funzionante, dove grazie al latte munto, durante il giorno vengono prodotti deliziosi prodotti caseari nostrani e genuini.

Curiosità:

Il Lago dei caprioli che ad un primo sguardo può sembrare un tipico lago alpino, è invece un bacino artificiale, costruito negli anni 60 a scopo turistico. Tuttavia, ad oggi lo troviamo perfettamente integrato con l’ambiente circostante, la meta preferita di migliaia di turisti, un lago che in qualsiasi stagione dell’anno ruba una foto a tantissimi fotografi ed appassionati. In prossimità del lago, un grande recinto che ospita Arturo, un cervo che vive in compagnia di altri esemplari in cattività… con un po’ di fortuna sarà possibile scorgerlo tra la vegetazione.

Tipologia di escursione:

Escursioni facili e alla portata di tutti, anche dei più pigri, non ci sono scuse per non partecipare. Questo breve itinerario di soli 2 km ed un dislivello di 70 m avrà una durata complessiva di 2 ore. Vi permetterà così, di rientrare in hotel per l’ora di pranzo, ma le attività proseguono anche al pomeriggio.
Potrete partecipare fino a 10 experience durante la settimana!

Il tracciato:

Abbigliamento e scarpe:

Per questa tipologia di escursione è indicato sicuramente un abbigliamento sportivo, comodo e confortevole, che non intralci i movimenti e che tenga caldo.

Salendo in quota molte volte la temperatura si abbassa oppure potrebbe esserci del vento. Per questo ti consigliamo di portare sempre con te un capo d’abbigliamento più pesante e un k-way, in caso di improvvisi acquazzoni.
Un’altra cosa che non può mancare è una t-shirt di ricambio: camminando tante volte si suda, indossare una maglietta pulita e asciutta renderà più confortevole il nostro cammino.
È preferibile indossare infine, una scarpa da trekking.

Cosa mettere nello zaino?

  • K-Way, in montagna potremmo essere colti da improvvisi piovaschi, anche durante le giornate più limpide;
  • Maglia: salendo in quota la temperatura si abbassa di circa 1°C ogni 100 metri, inoltre non dobbiamo sottovalutare le brezze frizzanti che scendono dalle cime, ecco perché una maglia in più non guasta mai.
  • Maglia di ricambio, porta con te una canotta per cambiarti una volta giunto alla meta, lo zaino ti farà sudare durante la salita;
  • Acqua, è bene mantenersi idratati durante l’attività fisica;
  • Cibo, pranzo al sacco nel caso non ci siano rifugi lungo il tragitto o tu scelga di non approfittarne, ma anche una barretta di cioccolato o qualche snack energetico possono essere di grande aiuto mentre si cammina.
  • Protezione solare

POTREBBERO PIACERTI ANCHE...

Al cospetto delle Dolomiti di Brenta

Un incantevole specchio d’acqua ci aspetta a quasi 1800 metri di quota. Immerso nella natura selvaggia delle Dolomiti di Brenta un rifugio fiabesco sulle sue rive…

Sulle note del Torrente Meledrio

Una piacevole passeggiata con il sottofondo del Rio Meledrio che scandirà i nostri passi, ci accompagnerà ai piedi delle Dolomiti di Brenta Settentrionali.

I signori del silenzio

Alla scoperta della fauna più selvaggia nella valle delle acque, la Val di Pejo, tra laghi e antiche centrali elettriche, un itinerante viaggio culturale.

Arte e poesia sul sentiero di Valorz

Servono occhi curiosi e vigili per apprezzare gli elementi artistici posti lungo questo sentiero, un percorso tra prati, boschi e poesie, alla ricerca della vera essenza di Valorz.
Loading...