Oasi selvagge

null

TEMPO

6 ore
null

LUGHEZZA

6 chilometri
null

DISLIVELLO

600 metri
null

PUNTO DI RITROVO

Cabinovia Daolasa

Descrizione del percorso:

Sfrutteremo l’impianto di risalita di Daolasa per raggiungere il Rifugio Solander a quota 2045 metri. Da qui inizierà la nostra escursione. Questa sarà un’escursione insolita, un po’ selvaggia perché fuori dalle classiche rotte e molto panoramica!

Percorreremo un breve tratto in salita (circa 130 metri di dislivello) per raggiungere il Rifugio Orso Bruno da dove imboccheremo il sentiero numero 202 che ci porterà ai Laghi del Malghet, il Lago di Lores  Superiore e il Lago del Malghetto di Mezzana.

I Laghi del Malghet sono due piccoli laghi alla testata della Val Lares, a circa 2000 metri di quota, l’uno in successione all’altro, a brevissima distanza, entrambi laghi di origine glaciale con sbarramento morenico.

In riva a queste meravigliose oasi, mangeremo il nostro pranzo al sacco e una volta rifocillati e riposati, riprenderemo il cammino fino all’impianto di risalita di Daolasa che prenderemo per tornare alle auto al nostro punto di partenza.

Curiosità:

I laghi alpini sono in genere piuttosto piccoli e alimentati dalle acque di fusione delle nevi e dei ghiacciai. Questi laghi sono assai diffusi a quote superiori a 2000 metri ed occupano di solito conche lasciate libere dai ghiacciai.

I laghi di sbarramento sono causati dallo sbarramento naturale di una valle fluviale, dovuta ad una frana o all’accumulo di sedimenti trasportati da un corso d’acqua che scende da una valle laterale.

Prenota:


Descrizione del percorso:

Sfrutteremo l’impianto di risalita di Daolasa per raggiungere il Rifugio Solander a quota 2045 metri. Da qui inizierà la nostra escursione. Questa sarà un’escursione insolita, un po’ selvaggia perché fuori dalle classiche rotte e molto panoramica! Percorreremo un breve tratto in salita (circa 130 metri di dislivello) per raggiungere il Rifugio Orso Bruno da dove imboccheremo il sentiero numero 202 che ci porterà ai Laghi del Malghet, il Lago di Lores  Superiore e il Lago del Malghetto di Mezzana. I Laghi del Malghet sono due piccoli laghi alla testata della Val Lares, a circa 2000 metri di quota, l’uno in successione all’altro, a brevissima distanza, entrambi laghi di origine glaciale con sbarramento morenico. In riva a queste meravigliose oasi, mangeremo il nostro pranzo al sacco e una volta rifocillati e riposati, riprenderemo il cammino fino all’impianto di risalita di Daolasa che prenderemo per tornare alle auto al nostro punto di partenza.

Curiosità:

I laghi alpini sono in genere piuttosto piccoli e alimentati dalle acque di fusione delle nevi e dei ghiacciai. Questi laghi sono assai diffusi a quote superiori a 2000 metri ed occupano di solito conche lasciate libere dai ghiacciai. I laghi di sbarramento sono causati dallo sbarramento naturale di una valle fluviale, dovuta ad una frana o all’accumulo di sedimenti trasportati da un corso d’acqua che scende da una valle laterale.

Prenota:

Domande, dubbi, perplessità? Scrivici!




Tipo di escursione:

Escursione di media difficoltà, ideale per chi vuole stare all’aria aperta a lungo. Non è richiesto uno specifico grado di preparazione fisica. Lunghezza 6 km e 600 metri di dislivello. Pranzo al sacco.

Cabinovia Daolasa gratuita per i possessori di Opportunity Card Val di Sole.
Il rientro è previsto per le 15:00/15:30.

icona

Tipo di escursione:

Escursione di media difficoltà, ideale per chi vuole stare all’aria aperta a lungo. Non è richiesto uno specifico grado di preparazione fisica. Lunghezza 6 km e 600 metri di dislivello. Pranzo al sacco.

Cabinovia Daolasa gratuita per i possessori di Opportunity Card Val di Sole.
Il rientro è previsto per le 15:00/15:30.




Cosa mettere nello zaino:

  • K-Way, in montagna potremmo essere colti da improvvisi piovaschi, anche durante le giornate più limpide;
  • Maglia: salendo in quota la temperatura si abbassa di circa 1°C ogni 100 metri, inoltre non dobbiamo sottovalutare le brezze frizzanti che scendono dalle cime, ecco perché una maglia in più non guasta mai.
  • Maglia di ricambio, porta con te una canotta per cambiarti una volta giunto alla meta, lo zaino ti farà sudare durante la salita;
  • Acqua, è bene mantenersi idratati durante l’attività fisica;
  • Cibo, pranzo al sacco nel caso non ci siano rifugi lungo il tragitto o tu scelga di non approfittarne, ma anche una barretta di cioccolato o qualche snack energetico possono essere di grande aiuto mentre si cammina.
  • Protezione solare

Abbigliamento e scarpe:

Per questa tipologia di escursione è indicato sicuramente un abbigliamento sportivo, comodo e confortevole, che non intralci i movimenti e che tenga caldo.

Salendo in quota molte volte la temperatura si abbassa oppure potrebbe esserci del vento. Per questo ti consigliamo di portare sempre con te un capo d’abbigliamento più pesante e un k-way, in caso di improvvisi acquazzoni.
Un’altra cosa che non può mancare è una t-shirt di ricambio: camminando tante volte si suda, indossare una maglietta pulita e asciutta renderà più confortevole il nostro cammino.
 
È preferibile indossare infine, una scarpa da trekking.

POTREBBERO PIACERTI ANCHE

Made in Malga

Antichi sapori e mestieri di un tempo, dal lago alla malga per osservare gli animali che in estate si prendono una vacanza e raggiungono i verdi pascoli.

Quello che i libri di storia non raccontano

Sulle tracce della storia che ha cambiato il volto alla nostra terra, nei luoghi protagonisti delle vicende della grande guerra… Ricordi che lasciano il segno.

Arte e poesia sul sentiero di Valorz

Servono occhi curiosi e vigili per apprezzare gli elementi artistici posti lungo questo sentiero, un percorso tra prati, boschi e poesie, alla ricerca della vera essenza di Valorz.

Al cospetto delle Dolomiti di Brenta

Un incantevole specchio d’acqua ci aspetta a quasi 1800 metri di quota. Immerso nella natura selvaggia delle Dolomiti di Brenta un rifugio fiabesco sulle sue rive…