3000 e dintorni

null

TEMPO

6 ore
null

LUGHEZZA

6 chilometri
null

DISLIVELLO

350 metri
null

PUNTO DI RITROVO

Cabinovia Paradiso – Passo del Tonale

Descrizione del percorso:

Dal Passo del Tonale saliamo con la cabinovia Paradiso fino a Passo Presena a quota 3000 metri, sorvolando il ghiacciaio del Presena.
Inutile dire che il panorama che ci accoglie appena scesi dall’impianto é superlativo: di fronte a noi tutte le cime del gruppo montuoso Ortles – Cevedale, una parte di Val di Sole ed aggirando l’edificio vedremo i maestosi ghiacciai dell’Adamello con tutte le cime dell’omonimo gruppo montuoso.
Meta di questa escursione sará un lago alpino incastonato nella roccia regina dell’Adamello – Presanella, il granito, conosciuto anche con il nome di Tonalite. Vista la notevole quota raggiunta con gli impianti di risalita il percorso inizierá in discesa lungo un piacevole ma non banale sentiero che si snoda su una morena detritica.
Data l’altitudine del percorso ed il tipo di terreno, per questa escursione sono obbligatori scarponcini da trekking e abbigliamento pesante nello zaino.

Curiosità:

Il ghiacciaio Presena è un ghiacciaio del Gruppo montuoso della Presanella, posto ad un’altitudine compresa tra i 2.700 ed i 3.000 m, circa 4 kilometri a sud del passo del Tonale.

Famoso perso sci praticato fin dagli anni 60, al Ghiacciaio Presena gli impianti restavano aperti fino agli inizi di agosto fino al 2001. Successivamente, a causa dello scioglimento, la stagione sciistica estiva terminava a metà luglio. In questi ultimi 10 anni le piste vengono chiuse a metà o inizio giugno per permettere la stesura dei teli geotessili, che preservano la neve e il ghiaccio dallo scioglimento.

Spesso durante il periodo del disgelo, dai ghiacci del Presena riemergono le spoglie di soldati italiani e austriaci che hanno combattuto qui la Prima Guerra Mondiale.

Prenota:


Descrizione del percorso:

Dal Passo del Tonale saliamo con la cabinovia Paradiso fino a Passo Presena a quota 3000 metri, sorvolando il ghiacciaio del Presena. Inutile dire che il panorama che ci accoglie appena scesi dall’impianto é superlativo: di fronte a noi tutte le cime del gruppo montuoso Ortles – Cevedale, una parte di Val di Sole ed aggirando l’edificio vedremo i maestosi ghiacciai dell’Adamello con tutte le cime dell’omonimo gruppo montuoso. Meta di questa escursione sará un lago alpino incastonato nella roccia regina dell’Adamello – Presanella, il granito, conosciuto anche con il nome di Tonalite. Vista la notevole quota raggiunta con gli impianti di risalita il percorso inizierá in discesa lungo un piacevole ma non banale sentiero che si snoda su una morena detritica. Data l’altitudine del percorso ed il tipo di terreno, per questa escursione sono obbligatori scarponcini da trekking e abbigliamento pesante nello zaino.

Curiosità:

Il ghiacciaio Presena è un ghiacciaio del Gruppo montuoso della Presanella, posto ad un’altitudine compresa tra i 2.700 ed i 3.000 m, circa 4 kilometri a sud del passo del Tonale. Famoso perso sci praticato fin dagli anni 60, al Ghiacciaio Presena gli impianti restavano aperti fino agli inizi di agosto fino al 2001. Successivamente, a causa dello scioglimento, la stagione sciistica estiva terminava a metà luglio. In questi ultimi 10 anni le piste vengono chiuse a metà o inizio giugno per permettere la stesura dei teli geotessili, che preservano la neve e il ghiaccio dallo scioglimento. Spesso durante il periodo del disgelo, dai ghiacci del Presena riemergono le spoglie di soldati italiani e austriaci che hanno combattuto qui la Prima Guerra Mondiale.

Prenota:

Domande, dubbi, perplessità? Scrivici!




Tipo di escursione:

Escursione di media difficoltà, ideale per chi vuole stare all’aria aperta a lungo. Si parte da 3000 metri di quota per scendere su sentiero in morena. Scarponcini da trekking e abbigliamento pesante sono fondamentali. Lunghezza di 6 km e 350 metri di dislivello. Pranzo al rifugio convenzionato al prezzo di 10 euro a persona.

Cabinovia Passo Paradiso gratuita per i possessori di Opportunity Card Val di Sole.

Rientro previsto per metà pomeriggio, ore 15.00

icona

Tipo di escursione:

Escursione di media difficoltà, ideale per chi vuole stare all’aria aperta a lungo. Si parte da 3000 metri di quota per scendere su sentiero in morena. Scarponcini da trekking e abbigliamento pesante sono fondamentali. Lunghezza di 6 km e 350 metri di dislivello. Pranzo al rifugio convenzionato al prezzo di 10 euro a persona.

Cabinovia Passo Paradiso gratuita per i possessori di Opportunity Card Val di Sole.

Rientro previsto per metà pomeriggio, ore 15.00.




Cosa mettere nello zaino:

  • K-Way, in montagna potremmo essere colti da improvvisi piovaschi, anche durante le giornate più limpide;
  • Maglia: salendo in quota la temperatura si abbassa di circa 1°C ogni 100 metri, inoltre non dobbiamo sottovalutare le brezze frizzanti che scendono dalle cime, ecco perché una maglia in più non guasta mai.
  • Maglia di ricambio, porta con te una canotta per cambiarti una volta giunto alla meta, lo zaino ti farà sudare durante la salita;
  • Acqua, è bene mantenersi idratati durante l’attività fisica;
  • Cibo, pranzo al sacco nel caso non ci siano rifugi lungo il tragitto o tu scelga di non approfittarne, ma anche una barretta di cioccolato o qualche snack energetico possono essere di grande aiuto mentre si cammina.
  • Protezione solare

Abbigliamento e scarpe:

Per questa tipologia di escursione è indicato sicuramente un abbigliamento sportivo, comodo e confortevole, che non intralci i movimenti e che tenga caldo.

Salendo in quota molte volte la temperatura si abbassa oppure potrebbe esserci del vento. Per questo ti consigliamo di portare sempre con te un capo d’abbigliamento più pesante e un k-way, in caso di improvvisi acquazzoni.
Un’altra cosa che non può mancare è una t-shirt di ricambio: camminando tante volte si suda, indossare una maglietta pulita e asciutta renderà più confortevole il nostro cammino.
 
È preferibile indossare infine, una scarpa da trekking.

POTREBBERO PIACERTI ANCHE

Made in Malga

Antichi sapori e mestieri di un tempo, dal lago alla malga per osservare gli animali che in estate si prendono una vacanza e raggiungono i verdi pascoli.

Quello che i libri di storia non raccontano

Sulle tracce della storia che ha cambiato il volto alla nostra terra, nei luoghi protagonisti delle vicende della grande guerra… Ricordi che lasciano il segno.

Arte e poesia sul sentiero di Valorz

Servono occhi curiosi e vigili per apprezzare gli elementi artistici posti lungo questo sentiero, un percorso tra prati, boschi e poesie, alla ricerca della vera essenza di Valorz.

Al cospetto delle Dolomiti di Brenta

Un incantevole specchio d’acqua ci aspetta a quasi 1800 metri di quota. Immerso nella natura selvaggia delle Dolomiti di Brenta un rifugio fiabesco sulle sue rive…