CHIAMAPRENOTA
null

PUNTO DI RITROVO

Parcheggio pullman Fucine
null

LUGHEZZA

2 chilometri
null

DISLIVELLO

100 metri
null

TEMPO

1.5 ore

Descrizione del percorso:

Una passeggiata pomeridiana tranquilla, l’ideale per smaltire il pranzo. Raggiunto il Bar Centro Fondo a Vermiglio, in prossimità dei laghetti di San Leonardo, inizia la camminata dapprima tra verdi prati da fieno e poi in un fitto bosco di abeti rossi. Tutto ad un tratto la vegetazione si dirada ed iniziamo a sentire, sempre più forte, il fragore della cascata. Giunti al suo cospetto possiamo ammirarla ed attraversarla, sfruttando il ponte in larice che collega i due lati del versante scavati dal torrente nel corso dei millenni. Inizia la discesa, che in pochissimo ci porterà sulla strada forestale e quindi ai laghetti di San Leonardo dove i bambini potranno divertirsi con i vari giochi.

Curiosità:

I laghetti di San Leonardo, pur essendosi integrati perfettamente con il paesaggio circostante, sono di origine artificiale, realizzati a scopo turistico deviando le acque del rio S. Leonardo. Quest’area, costruita circa 20 anni fa dall’amministrazione comunale di Vermiglio, è l’ideale per le famiglie che possono passeggiare tra i laghetti e usufruire dei giochi posti lungo tutto il percorso.

Tipologia di escursione:

Escursione molto facile e decisamente alla portata di tutti, anche dei più pigri, non ci sono scuse per non partecipare.
Indicata soprattutto alle famiglie con bambini.

La passeggiata terminerà indicativamente verso le 5 del pomeriggio.

I Laghetti di San Leonardo:

Abbigliamento e scarpe:

Per questa tipologia di escursione è indicato sicuramente un abbigliamento sportivo, comodo e confortevole, che non intralci i movimenti e che tenga caldo.

Salendo in quota molte volte la temperatura si abbassa oppure potrebbe esserci del vento. Per questo ti consigliamo di portare sempre con te un capo d’abbigliamento più pesante e un k-way, in caso di improvvisi acquazzoni.
Un’altra cosa che non può mancare è una t-shirt di ricambio: camminando tante volte si suda, indossare una maglietta pulita e asciutta renderà più confortevole il nostro cammino.
È preferibile indossare infine, una scarpa da trekking.

Cosa mettere nello zaino?

  • K-Way, in montagna potremmo essere colti da improvvisi piovaschi, anche durante le giornate più limpide;
  • Maglia: salendo in quota la temperatura si abbassa di circa 1°C ogni 100 metri, inoltre non dobbiamo sottovalutare le brezze frizzanti che scendono dalle cime, ecco perché una maglia in più non guasta mai.
  • Maglia di ricambio, porta con te una canotta per cambiarti una volta giunto alla meta, lo zaino ti farà sudare durante la salita;
  • Acqua, è bene mantenersi idratati durante l’attività fisica;
  • Cibo, pranzo al sacco nel caso non ci siano rifugi lungo il tragitto o tu scelga di non approfittarne, ma anche una barretta di cioccolato o qualche snack energetico possono essere di grande aiuto mentre si cammina.
  • Protezione solare

POTREBBERO PIACERTI ANCHE...

Cosa succede nella fattoria?

Scopriamo insieme come funziona la vita alla fattoria, cosa fanno gli animali, quali sono le loro abitudine, quali mansioni deve svolgere il fattore…

Un parco giochi a due passi dal cielo

A due passi dal cielo perché forse nemmeno tu credevi che esistessero parco giochi a 2250 metri di quota… e invece il Villaggio delle Marmotte si trova proprio lì!

Arte e poesia sul sentiero di Valorz

Servono occhi curiosi e vigili per apprezzare gli elementi artistici posti lungo questo sentiero, un percorso tra prati, boschi e poesie, alla ricerca della vera essenza di Valorz.

La fattoria selvaggia

Osserviamo da vicino i grandi erbivori dei nostri boschi, scoprendone le abitudini, i gusti, i segreti che portano il cervo ad essere definito il re della foresta.
Loading...